Se giovedì gnocchi, novembre è trench

Retro ampio e svasato di un impermeabile donna vintage (1990) Sportmax
Dettaglio spalla impermeabile donna vintage (1990) Sportmax
Il trench mi riporta alla mente tante cose: il tenente Colombo, Londra, la pioggia e l'umidità. Ma anche Barcellona dove qualche anno fa ne comprai uno blu navy. Però mi ricorda soprattutto che questo è il periodo giusto per indossarlo e novembre è proprio il mese dell'impermeabile, quindi cosa stiamo aspettando? Magari abbinandolo ad un cappello a tesa larga, verde o rosso o al bellissimo Fedora di Armani. 
Il trench coat, prima di essere un capo incredibilmente fashion ed iconico, esattamente come il parka, è stato largamente utilizzato in battaglia. Nacque infatti per le sue caratteristiche ad alta resistenza come capo militare diventando poi "civile" dagli anni '30. Corti, colorati e semplificati nella loro struttura i trench si sono evoluti ma, quelli che preferisco, sono in chiave vintage e classica, quelli in purità insomma.  
Sia da uomo che da donna li troviamo abbondanti per dimensioni nelle scale dei grigi e beige in pieno Burberry code, lunghi fin sotto il ginocchio, con il doppio petto e i raddoppi di tessuto, le cinghie su spalle e polsi e ovviamente con la cintura con gli anelli in ottone. 
Vi parlavo delle nuove versioni (come quello blu navy che acquistai nel 2011 in Spagna) e la reinterpetazione che mi ha colpito di più è sempre proposta da Burberry: pvc con, nella parte interna, del panno di lana nella bellissima stampa del tartan nova. Ovviamente promosso anche in check che è la fodera per eccellenza di ogni trench coat.
Ecco qua alcuni modelli

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*